Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Champions, tutto facile con l’Alphen

Settebello, prima chiamata per Echenique
24 Ottobre 2017
Vujasinovic: “Abbiamo fatto il nostro dovere”
25 Ottobre 2017
NEWS - ARTICOLI

Vittoria per 19-2

Esordio con vittoria per la Pro Recco in Champions League: alle Piscine di Albaro i biancocelesti superano l'Alphen per 19-1.
Una partita tramutata in festa per celebrare i 34 anni da quel Pro Recco - Alphen che proprio nell'impianto genovese regalò la seconda Coppa dei Campioni al club guidato all'epoca da Eraldo Pizzo. Con il Caimano sfilano quasi tutti i protagonisti di quella magica nottata datata 3 dicembre 1983, premiati dal presidente Maurizio Felugo sul bordo vasca. Un flashback con Alberto Alberani, Marco D'Altrui, Luigi Castagnola, Stefano Lagostena, Rinaldo Tronchini, Paolo Ragosa, Silvano Bozzo, Marco Baldineti, Dario Bertazzoli, Sergio Peri e Imre Szikora, allenatore del dream team nel quale figuravano anche Mario Tixi e Paolo Capurro, assenti per lavoro, e l'indimenticato Marco Galli autore del gol decisivo. Emozione, qualche lacrima e ricordi che riaffiorano dolci.
In vasca i ragazzi di Vujasinovic non deludono le attese e rispettano il pronostico. Troppo ampio il divario tecnico con gli olandesi che al cambio campo sono sotto per 10-0. Top scorer capitan Figari con quattro gol. Da segnalare l'esordio in Champions League, nel quarto tempo, per il rapallese Francesco Massaro.
"La differenza tecnica tra le due squadre si è vista, senza contare che si sono presentati qui senza due giocatori che per loro sono molto importanti, un difensore e un centro - afferma mister Vujasinovic -. Noi abbiamo fatto la nostra partita e sono contento così. Auguro all'Alphen di proseguire bene questa competizione, sono nuovi e speriamo che magari l'anno prossimo, con alcuni rinforzi, possano crescere ulteriormente".

Pro Recco
Volarevic, Di Fulvio 3 (1 rig), Mandic 2, Alesiani 2, Bruni 1, Bodegas, Ivovic, Echenique 1, Figari 4, Filipovic 1, Aicardi 2, Gitto 3, Massaro. All. Vujasinovic.

Alphen
Urosevic, Coric, De Mey, Stienstra, De Zwaan, Van Gulik 1 Rig, Van Mil, Nagy, Miralis, Indjic, Filipovic, Smith. All.Van der Wild

Arbitri Mercier (Fra) e Haentschel (GER)
Parziali: 6-0, 4-0, 5-0, 4-1
Superiorità numeriche Pro Recco 7/10 + 1 rigore, Alphen 0/1 +1 rigore. Uscito per limite di falli Van Mil (A) nel IV tempo. In porta Massaro (PR) nel IV tempo.