Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Serie A1, inizio anno con il botto: a Siracusa finisce 3-13

Pro Recco in emergenza nella tana dell’Ortigia
7 Gennaio 2022
Ch. League, la sfida con lo Jug per chiudere il girone di andata da imbattuti
11 Gennaio 2022
NEWS - ARTICOLI

La partita

L’emergenza non ferma la Pro Recco che apre il nuovo anno con una vittoria in casa dell’Ortigia: alla “Paolo Caldarella” finisce 3-13 l’ultima gara del girone di andata di serie A1. Maiuscola la prestazione difensiva con Del Lungo imbattuto per 25 minuti dopo il gol di Vidovic (2-3) a metà primo quarto. Miglior marcatore di giornata Zalanki a segno per 4 volte.

È lunga la lista degli indisponibili per mister Sukno: tra Covid e infortuni, i biancocelesti scendono in acqua senza Bertoli, Figlioli, Echenique e Loncar con i due giovani, Nuzzo e Pennafort, nei dodici in distinta.

Di Fulvio protagonista in avvio di match: è sua la prima rete del 2022 dopo 48 secondi di gioco con una ripartenza che non dà scampo a Piccionetti, sostituto dell’assente Tempesti. Il numero 2 riporta la Pro Recco in vantaggio dopo il pari di Gallo in superiorità. Poi botta e risposta Zalanki-Vidovic (2-3) prima che De Lungo abbassi la saracinesca e i biancocelesti piazzino il break: Hallock si libera al centro e non sbaglia, Cannella trova il diagonale vincente per il 2-5 che conduce le squadre al cambio campo.

Il numero 8 romano replica in avvio di secondo quarto, imitato da Zalanki e Di Fulvio che mettono in mostra le loro qualità balistiche (2-8): al cambio campo i ragazzi di Sukno sono avanti di sei reti.

Divario che Younger, tutto solo davanti a Piccionetti dopo una bella palla rubata da Presciutti, aumenta a metà terzo tempo. Aicardi con l’uomo in più porta la Pro Recco in doppia cifra. Zalanki a 55 secondi dalla sirena batte il portiere di casa per la terza volta chiudendo il tempo sul 2-11.

Il mancino ungherese fa poker su rigore nell’ultimo quarto, poi anche Presciutti da posizione 4 scrive il suo nome sul tabellino. A 100 secondi dalla sirena ecco il gol di Klikovac (3-13) che interrompe un digiuno lungo 25 minuti e fissa il match sul 3-13.

CC ORTIGIA-PRO RECCO 3-13

CC ORTIGIA: F. Piccionetti, F. Cassia, Giribaldi, Tringali, F. Klikovac 1, F. Ferrero, S. Di Luciano, V. Gallo 1, C. Mirarchi, S. Rossi, S. Vidovic 1, C. Napolitano, D. Ruggiero. All. Piccardo

PRO RECCO: M. Del Lungo, F. Di Fulvio 3, G. Zalanki 4 (1 rig.), L. Pennafort, A. Younger 1, A. Nuzzo, N. Presciutti 1, G. Cannella 2, A. Velotto, M. Aicardi 1, B. Hallock 1, T. Negri. All. Sukno

Arbitri: D'Antoni e Schiavo

Parziali: 2-5, 0-3, 0-3, 1-2.
Uscito per limite di falli Ferrero (O) nel quarto tempo.
Superiorità numeriche: C.C Ortigia 1/12 e Pro Recco 3/7 + un rigore.
Spettatori 200 circa