Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Il fumetto biancoceleste presentato in Wylab

Tanti auguri al patron Gabriele Volpi
29 Giugno 2017
L’Habawaba entra nel vivo
29 Giugno 2017
NEWS - ARTICOLI

Un'opera della scuola chiavarese del fumetto

"Pro Recco - più di cento anni con orgoglio" è il titolo del fumetto che racconta la storia biancoceleste presentato questo pomeriggio a Wylab. Curiosità, aneddoti e successi declinati graficamente dalla prestigiosa Scuola Chiavarese del Fumetto diretta da Enrico Bertozzi (nella foto insieme a Luca Bagnasco che ha curato la sceneggiatura). Le modalità di distribuzione verranno comunicate nelle prossime settimane.

"Un’opera che finalmente si completa e rappresenta, al meglio, la nostra filosofia: per guardare al domani è indispensabile conoscere la storia, la tradizione e il sudore che hanno caratterizzato gli oltre cento anni di vita del Club - afferma il Presidente Maurizio Felugo -. Un ringraziamento particolare alla “Scuola Chiavarese del Fumetto”, capace di declinare graficamente questo viaggio alla scoperta della Società di pallanuoto più titolata del mondo, un’eccellenza che mi onoro di presiedere e che mi auguro sia in grado di coltivare, anche in futuro, l’attaccamento e la passione dei giovani alla nostra magnifica realtà".

"Questo volume - prosegue il "Caimano" Eraldo Pizzo - è motivo di orgoglio perché permetterà ad ancora più persone di conoscere la storia, non unicamente sportiva, di una società gloriosa, che non è diventata solo la più forte al mondo di tutti i tempi in campo pallanuotistico. È anche la storia del riscatto di una città che ha sofferto come poche altre in Italia le ferite della guerra. Che dalla guerra ha saputo risollevarsi: dalle macerie alla speranza anche grazie a quel gruppo di ragazzi – sei su sette nati e cresciuti a Recco – arrivati al primo scudetto, di cui mi onoro di aver fatto parte, fino ai trionfi attuali. Nell’era di Internet, la forma di comunicazione cartacea più vicina al linguaggio della Rete è proprio il fumetto. Per cui raccontare la storia della Pro Recco a fumetti mi è sembrata un’idea valida: moderna, intelligente e anche artistica. Perché nel fumetto c’è dentro sempre anche un tratto artistico. Nell’interpretazione, nella capacità di fermare in una tavola a colori un episodio o un momento. E di ciò bisogna ringraziare i ragazzi della Scuola Chiavarese del Fumetto".