Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.
Settore giovanile, al via le fasi nazionali
7 Giugno 2022
Regione Liguria premia i campioni biancocelesti
10 Giugno 2022
NEWS - ARTICOLI

Il saluto

La Pro Recco saluta Zeno Bertoli: il club biancoceleste e il difensore non proseguiranno insieme l'esperienza professionale nella stagione 2022/2023. Il giocatore napoletano era arrivato in Liguria lo scorso settembre: qui, a 33 anni, ha vinto per la prima volta Scudetto, Coppa Italia, Champions League e Supercoppa Europea.

“È stato un anno incredibile sotto tutti i punti di vista, concluso con la ciliegina sulla torta della Champions League alzata a Belgrado - le parole di Bertoli -. A Recco ho trovato un gruppo incredibile, formato da professionisti che danno il massimo in ogni allenamento e remano tutti nella stessa direzione: questa è stata la chiave del nostro successo, dietro i trofei ci sono tanti sacrifici quotidiani. Personalmente sono contentissimo del percorso fatto nonostante l’imprevisto dell’infortunio che ha inficiato la mia seconda parte di stagione. Il momento più bello? La partita contro Trieste, in casa, il ritorno in acqua due mesi dopo l’intervento: avevo temuto di smettere, è stata una grande emozione. Ringrazio il presidente, Maurizio Felugo, perché un anno fa mi ha dato l’opportunità di coronare il sogno di giocare nella squadra più titolata del mondo e lo staff tecnico che con enorme professionalità ci ha permesso di centrare tutti gli obiettivi”.

“Ringraziamo Zeno per quello che ci ha dato in vasca e nello spogliatoio, sempre positivo e propositivo - il saluto del presidente Felugo -. Ha superato brillantemente il problema di salute, dimostrando la sua tempra da lottatore. Gli auguriamo di togliersi ancora tante soddisfazioni sportive, le merita chi ha contribuito a scrivere una delle pagine più belle della nostra storia”.