Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Ch. League, Zalanki show: la Pro Recco affossa la Steaua 23-5

Iceberg nuovo Official Style Sponsor dei biancocelesti!
10 Novembre 2021
Ch. League, Sukno applaude i suoi: “Stiamo crescendo, felice per l’esordio di Marini”
11 Novembre 2021
NEWS - ARTICOLI

La partita

Esordio europeo casalingo da tre punti per la Pro Recco che alle Piscine di Albaro vince 23-5 contro la Steaua Bucarest nella seconda giornata di Champions League. Trascinatore del match, come a Marsiglia, il mancino armato di Zalanki, autore di sette reti.

La sblocca subito Di Fulvio, capitano per le assenze di Ivovic e Figlioli, ma la Steaua trova il pareggio con il diagonale di Georgescu. La Pro Recco prende in mano la partita, Hallock lotta ai due metri e si guadagna la prima espulsione del match che Zalanki non spreca infilando il pallone sopra la testa di Tic. Superiorità che capitalizza anche Cannella per il 3-1 a 80 secondi dalla sirena. C’è ancora tempo per una magia di Younger ben servito da Velotto che vale il +3.

I biancocelesti feriscono con l’uomo in più: dopo due minuti del secondo tempo Zalanki manda nel pozzetto Gheorghe e non sbaglia davanti a Tic l’assist di Marini, classe 2005 all’esordio in Champions League. Hallock incontenibile ai due metri segna il sei a uno. I ragazzi di Sukno allentano un po’ la pressione e la Steaua si porta sul meno 3 con la palomba di Neamtu e il rigore trasformato da Georgescu (6-3). I biancocelesti tornano a macinare gioco e prendono le distanze andando sul 9-3 al cambio campo con le reti di Younger, Zalanki e Velotto.

Nel terzo tempo ecco il "Gergo Zalanki show": tre gol in meno di due minuti che portano la Pro Recco sul 12-3. Del Lungo abbassa la saracinesca e i biancocelesti dilagano con Di Fulvio ed Echenique. Il dribbling al centro di Gheorghe interrompe il digiuno dei rumeni lungo dieci minuti. Albaro, sold out, si infiamma per la giocata di Marini che buca Tic sul primo palo e segna all’esordio. Poi ecco ancora Zalanki comparire sulla scena: la sua settima rete prima di nuotare verso gli ultimi otto minuti inchioda il punteggio sul 16-5 e vale una standing ovation.

I campioni d’Europa straripano nel quarto tempo e con un 7-0 di parziale fissano il risultato sul 23-5.

“Sapevamo di essere più forti, ma l’approccio alla gara è stato ottimo – ammette mister Sukno – segnare 23 gol non è mai facile. Siamo stati aggressivi fin dall’inizio, si vede che miglioriamo. Sono molto contento per l’esordio con gol del nostro Marini, un ragazzo cresciuto nel nostro settore giovanile”.

Pro Recco: Del Lungo, Di Fulvio 2, Zalanki 7, Marini 1, Younger 3, Bertoli 1, Presciutti, Echenique 1, Cannella 4, Velotto 1, Loncar, Hallock 3, Negri. All. Sandro Sukno.

Steaua Bucarest: Tic, Gheorghe, Negrean 1, Fulea, Vancsik, Neamtu 1, Mudrazija, Georgescu 2 (1 rig.), Gheorge 1, Oanta, Iudean, Goanta, Dragusin. All. Aurelian Georgescu.

Arbitri: Rakovic (Serbia), Berishvili (Georgia).

Note
Parziali: 4-1, 5-2, 7-2, 7-0.
Superiorità: Pro Recco 5/7, Steaua Bucarest 1/7 + 1 rigore.
Nessuno uscito per limite di falli.