Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Ch. League, la Pro Recco non sbaglia in casa della Steaua e vola in testa

Ch. League, Bertoli: “A Bucarest test utile per affinare il nostro gioco”
18 Aprile 2022
Le reti di Steaua – Pro Recco
20 Aprile 2022
NEWS - ARTICOLI

La partita

Pronostico rispettato: la Pro Recco conquista i tre punti in casa della Steaua Bucarest vincendo 3-14. Un successo che proietta i campioni d'Europa in vetta al girone B dopo lo stop del Marsiglia, battuto in casa dallo Jug e ora indietro di tre lunghezze ad una giornata dalla fine.

Contro la Steaua, reduce dalla vittoria in coppa di Romania e allenata da un ex conoscenza del campionato italiano, Aurelian Georgescu, mister Sukno lascia a riposo Aicardi ed Echenique. Senza reti nell’ultima sfida europea di Belgrado, questa volta Di Fulvio impiega appena 18 secondi per segnare. La partenza dei biancocelesti è bruciante: a metà tempo il punteggio è già sullo 0-4, con Hallock che supera ancora una volta Tic prima della sirena.

La Steaua va in gol a inizio del secondo quarto con la girata al centro di Vancsik, poi sale in cattedra Figlioli con due bolidi imparabili per il numero uno di casa. C’è gioia anche per Bertoli al rientro in Champions League dopo 4 mesi: è suo il tocco al volo dal palo, con l’uomo in più, che manda le squadre al cambio campo sul 2-8.

In avvio di terzo tempo i campioni d’Europa sporcano la percentuale in superiorità gettandone due nel cestino, ma non sbagliano la controfuga sull’asse Velotto-Younger che vale il +7. La difesa biancoceleste è in ottima serata, sorretta dalle mani di Del Lungo, davanti Loncar porta la Pro Recco in doppia cifra: agli ultimi otto minuti si va così sul 2-10.

Cambio tra i pali nel quarto tempo: Negri rileva Del Lungo, Dragusin prende il posto di Tic. Il numero 13 rumeno capitola subito sul mancino di Zalanki. Due gol per l’ungherese e due anche per Velotto, mentre la Steaua ritrova la via della rete dopo 15 minuti di digiuno ancora con Vancsik (3-12). Il tocco al volo di Loncar su assist di Bertoli e il terzo gol di Figlioli, miglior marcatore di serata, chiudono l’incontro sul 3-14.

“Sinceramente mi aspettavo qualcosa in più dalla Steaua – ammette mister Sukno – è vero che siamo più forti ma siamo scappati subito e la partita è diventata senza troppa tensione per noi. Sono comunque soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, soprattutto dalla fase difensiva sono arrivate buone indicazioni”.

Steaua Bucarest: Tic, Robu, Negrean, Fulea 1, Vancsik 2, Neamtu, Gheorghe, V. Georgescu, Mudrazija, Oanta, Iudean, Goanta, Dragusin. All. Aurelian Georgescu.

Pro Recco: Del Lungo, Di Fulvio 1, Zalanki 2, Figlioli 3, Younger 1, Bertoli 1, Presciutti, Cannella, Ivovic 1, Velotto 2, Loncar 2, Hallock 1, Negri. All. Sandro Sukno.

Arbitri: Kun (Ungheria), Hantschel (Germania).

Parziali: 0-5, 2-3, 0-2, 1-4.
Nessuno uscito per limite di falli.
Superiorità: Steaua Bucarest 0/3, Pro Recco 2/6.