Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Seconda gioia alla Monumentale, Torino ko

A1, la prima trasferta è sotto la Mole
27 Ottobre 2017
Il big match con la Sport Management si gioca a Sori
30 Ottobre 2017

Sport Managemt Vs prorecco qualificazioni Coppa Italia

NEWS - ARTICOLI

3-12 il finale

La Pro Recco ritorna sotto la Mole cinque mesi dopo lo Scudetto conquistato al Palazzo del Nuoto e affossa la Torino 81: davanti ai 600 spettatori della "Monumentale", Figari e compagni si impongono per 3-12.
Nella seconda giornata di campionato il tredici scelto da Vujasinovic dopo la sfida di Champions League riserva qualche sorpresa: il portiere Massaro esordisce da titolare, il collega di reparto Gallingani colleziona la seconda chiamata in biancoceleste concedendo un turno di riposo a Volarevic; prima partita in campionato per il quattordicenne Pelliccia, mancino spezzino, già in vasca contro l'Ortigia in coppa Italia e a segno quest'oggi nell'ultimo minuto di gioco.
Nel primo tempo la Pro Recco sbatte sui legni, ben quattro quelli colpiti, ma chiude sul 3-1 grazie alle reti di Di Fulvio con l'uomo in più da posizione 5, Echenique e Filipovic, bravo a beffare Rolle con una palombella al termine di una controfuga.
I biancocelesti allungano nei successivi otto minuti: Molina sfrutta l'espulsione temporanea di D'Souza, Mandic arma il mancino in situazione di superiorità e buca il portiere torinese sul primo palo, Figari a due secondi dalla sirena porta il risultato sull'1-6.
Pro Recco intensa e concentrata in fase difensiva, concreta in quella offensiva nei primi due minuti con le reti di Mandic e Alesiani. La porta blindata da Massaro per 15 minuti viene nuovamente scardinata da Vuksanovic con una sassata dalla lunga distanza. Il secondo gol torinese scatena i biancocelesti: Filipovic e Di Fulvio, entrambi con l'uomo in più, chiudono il terzo tempo sul +8.
Si riparte con un botta e risposta tra Gandini e Bodegas. Nel finale i riflettori si accendono sui mancini: Filipovic sbaglia un rigore, Pelliccia fa il suo esordio in A1. Il numero 11 prova subito il diagonale - fuori di poco - poi segna la sua prima rete in campionato dopo uno scambio con Echenique in situazione di superiorità. Un gol che difficilmente dimenticherà.

TORINO 81

Rolle, Pavlovic, Gandini 1, Lojacono, Maffe', Oggero, D'souza, Vuksanovic 2, Presciutti, Novara, Gaffuri, Giuliano, Aldi. All. Aversa

PRO RECCO N e PN

Massaro, Di Fulvio 2, Mandic 2, Alesiani 1, Molina 1, Bodegas 1, Bruni, Echenique 1, Figari 1, Filipovic 2, Pelliccia 1, Gitto, Gallingani. All. Vujasinovic

Arbitri: Colombo e Romolini
Parziali 1-3, 0-3, 1-4, 1-2
Usciti per limite di falli D'Souza e Giuliano (Torino 81) nel quarto tempo. Rolle (Torino 81) para un rigore a Filipovic (Pro Recco) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Torino 1/4, Pro Recco 6/12.
Spettatori 600 circa.