Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Champions League, colpo grosso alla Bitskey Aladàr

Vigilia di Champions, la squadra in viaggio verso Eger
7 Novembre 2017
Vujasinovic: “A Eger vinta una battaglia”
8 Novembre 2017
NEWS - ARTICOLI

4-6 sull'Eger

Colpo grosso in Ungheria: la Pro Recco espugna Eger per 4-6 al termine di una partita combattuta ma sempre in controllo.
Ancora privo di Tempesti e Sukno, Vujasinovic fa riposare Figari e schiera l'asso di coppa Ivovic.
La Bitskey Aladàr è una piscina tradizionalmente calda che però non mette in soggezione i biancocelesti. Alla prima superiorità la Pro Recco passa grazie a Molina che da posizione 5 infila Mitrovic con un diagonale perfetto. Palla al centro e l'Eger pareggia su rigore trasformato da Rasovic. Vujasinovic chiama il time out ed ecco arrivare il vantaggio con un'azione straordinaria concretizzata dal duetto Bodegas - Aicardi al centro. La controfuga di Di Fulvio, a cento secondi dalla sirena, vale il +2 Pro Recco.
Equilibrio nella prima metà del secondo tempo, rotto ancora da un rigore di Rasovic, il secondo, conquistato da Bedo. La reazione dei biancocelesti è veemente con Molina a bucare Mitrovic da posizione centrale e Ivovic a gonfiare la rete sfruttando la sosta nel pozzetto di cuckovic. L'Eger però ha un Rasovic in serata di grazia che infila Volarevic, in doppia superiorità, nell'ultima azione offensiva degli ungheresi prima del cambio campo.
Si riparte e la Pro Recco va subito a segno alla prima azione: Di Fulvio imbecca Ivovic con un lancio millimetrico e il numero 7 non perdona. È ancora Rasovic, da posizione 5, a tenere a galla i suoi con un diagonale magistrale. Il 4-6 che chiude il terzo parziale non cambia negli ultimi otto minuti con i portieri in cattedra e i pali a respingere gli assalti offensivi delle due squadre. La Pro Recco torna a casa con tre punti preziosissimi.

Eger - Pro Recco 4-6

Eger: Mitrovic, Angyal, Rasovic 4 (2R), Avramovic, Hosnyanszky, Lorincz, Decker, Kovacs, Cuckovic, Vlachopoulos, Bedo, Harai, Csiszar All. Norbert Dabrowoski

Pro Recco:Volarevic, Di Fulvio 1, Mandic, Bruni, Molina 2, Bodegas, Ivovic 2, Echenique, Alesiani, Filipovic, Aicardi 1, Gitto, Massaro.
All. Vladimir Vujasinovic

Arbitri: Alexandrescu (ROU), Franulovic (CRO)
Parziali: 1-3, 2-2, 1-1, 0-0.
Note: uscito per limite di falli nel IV tempo Lorincz (E). Superiorità num. Eger 1/5 + 2 rigori, Recco 3/7.