Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Le stelle biancocelesti illuminano la Sciorba: 8-5 ai campioni d’Europa

Filipovic dimentica l’andata: “Siamo cresciuti, domani vedrete un’altra squadra”
30 Marzo 2018
Vujasinovic: “Abbiamo retto al loro impatto fisico, siamo sulla strada giusta”
31 Marzo 2018
NEWS - ARTICOLI

La partita

Sono biancocelesti le stelle che illuminano la notte di Champions League: la Pro Recco si aggiudica il big match con lo Szolnoki campione d'Europa in carica, 8-5 il finale, e si regala una Pasqua con solide certezze in vista della Final Eight di giugno.
Sciorba gremita a dispetto dell'imminente festività: il patron Volpi e due grandi ex del calcio internazionale, Stankovic e Cassano, si godono lo spettacolo in acqua vicino al presidente Felugo mentre la mascotte Kai infiamma i più giovani.
Pro Recco avanti dopo un minuto e 25 secondi: Filipovic premia l’incursione di Gitto che fa esplodere il pubblico. Ivovic replica sfruttando l’espulsione di Gocic. Nello Szolnoki è l’australiano Younger il protagonista: prima nel bene bucando Tempesti, poi nel male finendo nel pozzetto e spalancando la via della rete al mancino di Mandic. Il numero 8 si fa perdonare a 40 secondi dalla sirena girando al volo lo splendido assist di Aleksic per il 3-2 parziale.
Biancocelesti devastanti con l’uomo in più: Figari da posizione 3 e il solito terrificante sinistro di Mandic valgono il +3 a metà secondo tempo. Gli ungheresi si aggrappano ancora a Younger, micidiale nell’alzo e tiro che non dà scampo a Tempesti. Il capitano biancoceleste è straordinario nel murare il tocco sotto porta di Jansik, in doppia superiorità, e a portare i suoi al cambio campo sul 5-3.
Nel terzo tempo Aleksic dalla distanza riporta i suoi ad un passo dal pareggio che arriva a sessanta secondi dalla sirena: Younger in controfuga capitalizza l’ennesimo miracolo di Nagy. Ci pensa Echenique a fare esultare la Sciorba per il 6-5 che conduce le squadre all’ultimo tempo.
La Pro Recco riordina le idee e torna sul +2: Mandic vede l’inserimento di Ivovic che non ha difficoltà a gonfiare la rete. Nagy tiene a galla i magiari parando il rigore di Filipovic, ma il numero 10 serbo rimette le cose a posto e a due minuti dal termine piazza il colpo del ko sfruttando l’uomo in più. Gli ungheresi si trovano di fronte un super Tempesti e la gara finisce 8-5: la Sciorba esulta, la Pro Recco è sulla strada giusta.

Per il tabellino clicca QUI