Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Muraglia biancoceleste, a Brescia tre punti d’oro

Molina: “A Brescia gara speciale, mi aspetto una bella accoglienza”
4 Gennaio 2018
Vujasinovic: “Vinta una battaglia, ora manteniamo i piedi per terra”
6 Gennaio 2018

Sport Managemt Vs prorecco qualificazioni Coppa Italia

NEWS - ARTICOLI

La Partita

La Pro Recco espugna Brescia 3-7, mette tre punti nella calza e allunga a +6 sui lombardi. Lo fa al termine di una battaglia in acqua conquistata grazie ad una prova difensiva magistrale, l’ennesima dall’inizio della stagione.
I biancocelesti partono a razzo e capitalizzano le prime due superiorità numeriche con Di Fulvio e Molina, mentre Tempesti ipnotizza Christian Presciutti lanciato a rete. La difesa biancoceleste è in versione muraglia e Bodegas, a 100 secondi dalla prima sirena, rimpingua il bottino con un bolide da posizione 3 imparabile per Del Lungo.
Portieri sugli scudi nei successivi otto minuti: il numero uno di Bovo respinge gli assalti biancocelesti, Tempesti è super su Bertoli ma nulla può su Rizzo che mette a segno con l’uomo in più a due minuti e dieci secondi dal cambio campo. Animi caldi in vasca, ne fanno le spese Alesiani e Guerrato espulsi per reciproche scorrettezze: per loro la gara finisce prima del tempo. All’ultimo assalto lombardo è Nora a battere Tempesti da posizione 1 con l’uomo in più, mentre Filipovic sbatte sulle dita di Del Lungo: alla Mompiano è 2-3 a metà partita.
La Pro Recco si compatta e ritrova la via del gol dopo quasi 13 minuti di astinenza con Di Fulvio che sfrutta la sosta nel pozzetto di Muslim e supera il portiere sul palo lungo. Una bellissima girata volante di Vukcevic, in superiorità, rimette il Brescia a meno uno; il numero 12 di casa dice però qualche parola di troppo all’arbitro Severo e finisce negli spogliatoi a metà del terzo tempo. Clima infuocato che Di Fulvio raffredda subito: la sua palombella da distanza considerevole è uno spettacolo per gli amanti della pallanuoto. A meno di tre minuti dalla terza sirena Guidi va nel pozzetto e la Pro Recco allunga sul +3 grazie ad una combinazione Filipovic-Bodegas che lascia di sasso Del Lungo per il 3-6 che chiude il tempo.
Si riparte ed è ancora Tempesti, magistrale su Paskovic libero di concludere da posizione ravvicinata, a tenere a distanza di sicurezza i campioni d’Italia. Il cronometro che scorre è il miglior alleato della squadra di Vujasinovic e così, a due minuti dal termine, Filipovic in superiorità piazza il colpo del ko.

Per il tabellino clicca QUI