Facebook

Facebook Settore Giovanile

Twitter

 

Copyright 2012 Pro Recco
P.IVA 00993110105
Foto Frank Borsarelli
Tutti i diritti riservati.
Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata.

Lutto in casa Pro Recco

 

La Pro Recco Nuoto e Pallanuoto si stringe intorno al proprio Presidente Angelo Barreca per la scomparsa di Elvira, mamma della moglie Claudia.

Il vice Presidente Eraldo Pizzo esprime così il proprio cordoglio: «La famiglia bianco-celeste è vicina a quella del nostro Presidente in questo momento di grande dolore e sconforto».

 
 

Alessandro Calcaterra aderisce al neonato Club Pro Recco Waterpolo

 

La Pro Recco Nuoto e Pallanuoto comunica che Alessandro Calcaterra, nella mattinata di oggi a Recco, ha incontrato il Presidente Angelo Barreca e ha sottoscritto l'iscrizione al neonato Club Pro Recco Waterpolo.

Ha apposto la sua personale sigla, questa volta non in rovesciata – magari marcato stretto dai difensori avversari in una partita al cardiopalmo – bensì con penna alla mano. Lo ha fatto per iscriversi e aderire al neonato club Pro Recco Waterpolo: progetto che si prefigge l’obiettivo di continuare e complementare l’attività sportiva anche durante la stagione estiva, periodo in cui i campionati sono fermi, coinvolgendo i ragazzi e le scuole in attività ludico-didattico e sportive.

A oggi, decimo giorno dalla costituzione del Club Pro Recco, gli iscritti sono 250 e si prevede di superare le 500 iscrizioni entro la fine dell'estate. La tessera a lui riservata non poteva essere altra che la 10, la stessa che porta quel numero indossato a lungo con i nostri colori, facendo tremare tante difese avversarie e con cui ha contribuito ai successi della Pro Recco. Quante volte i nostri tifosi hanno gridato, cantato e inneggiato a uno dei giocatori più rappresentativi della “Pro” e della Nazionale; adesso potranno – idealmente – rifarlo proprio come un tempo: «Gioca con il numero 10, in acqua come in guerra…Sandrone Calcaterra».

 
 

Goran Radjenovic lascia la Pro Recco, al suo posto ecco Elio Brasiliano

 

La Pro Recco Nuoto e pallanuoto comunica che Goran Radjenovic non è più l'allenatore delle giovanili della Pro Recco; comunica inoltre di aver confermato Franco Cipollina e aver ingaggiato come nuovo allenatore Elio Brasiliano, già allenatore del vivaio recchelino in passato - nonché vincitore più volte di titoli italiani a livello "Under" -.

Goran Radjenovic, dopo sei anni di collaborazione, lascia invece Punta Sant'Anna.

Questo il saluto del tecnico serbo di Nis: "Dopo sei anni passati a Recco ci tenevo a ringraziare tutti, ho dato il massimo e spero di aver contribuito nella crescita dei ragazzi, dei più giovani atleti del Recco e aver fatto grande il nome della società sia in Italia che fuori. Mi dispiace dover lasciare questo club a cui sono affezionato e a cui auguro davvero tutto il meglio. Vedere gli occhi lucidi dei miei ragazzi quando li ho salutati mi ha commosso, mi rimarrà sempre nel cuore".

Questo il pensiero del presidente Angelo Barreca: "Auguriamo a Goran Radjenovic di poter proseguire nella sua carriera avendo al fianco persone che gli sappiano esprimere - come abbiamo fatto noi della Pro Recco - sentimenti di stima e alta considerazione delle qualità tecniche. Auguriamo grandi successi a Radjenovic e lo ringraziamo per quanto fatto in questi sei anni per i nostri colori".

 
 

Recco, ecco Igor... !
Presentato a mezzogiorno in Comune a Recco il nuovo tecnico, Milanovic, a Sindaco, Assessore e Autorità

 

 

Gallery
La presentazione di Igor Milanovic
 

L'ambiente di Recco gli è apparso subito accogliente, con la sala comunale addobbata di colori biancocelesti, ad opera dei tifosi della Pro Recco, che da sempre sono in sinergia con la società, al punto da far pronunciare come prime parole 'italiane' al nuovo tecnico, Igor Milanovic: “Vedo che qui a Recco la pallanuoto è seguita molto e c'è molto calore attorno alla Pro Recco . Sono eccitato perché con la squadra della Pro Recco posso vincere l'Europa. Per me vincere è sempre stato importante, tutta la mia vita è stata incentrata sulle vittorie, qui ha Recco c'è la possibilità di riuscirci.

Ringrazio il presidente Barreca per avermi dato questa possibilità, Marsili per la collaborazione prestata, ed Pizzo che mi fa sentire a casa mia perché con lui c'è una lunga tradizione sportiva a monte.”

Si è presentato a mezzogiorno, puntuale nella Sala consiliare della Civica Amministrazione apposta per essere presentato al sig. Sindaco, Dario Capurro, all'Assessore allo sport, Gianluca Buccilli, al presidente della Polisoirtuva Recco, Marchese, e alle tante altre Autorità presenti, a dimostrazione della vicinanza della Pubblica Amministrazione alle vicende della squadra,che ha esteso il nome di Recco nel mondo.

Eraldo Pizzo ha rotto il ghiaccio per il nuovo tecnico:
"Siamo entrambi uomini di sport, con un certo palmares, ci siamo subito intesi dal primo giorno. Non ci siamo visti molto in vita nostra, ma è bastata una cena tanti anni fa per capire che siamo in sintonia in tutti sensi, nel nome della pallanuoto.
Igor, ti assicuro che questa è già da ora e lo diventerà ancora maggiormente in seguito, la tua casa...”

Il Presidente Barreca sottolinea come Milanovic non a caso sia stato scelto, in quanto pedagogo: il che significa particolare attitudine allo sviluppo dei giovani che inizierà da subito in previsione della futura piscina, senza aspettare allora,come ha detto Marsili.
Con lui inizia un ciclo che porterà a termine le promesse effettuate già da più di un anno: in particolare, lo sviluppo, non solo sportivo, della Recco pallanuotistica.

Dice Barreca: "A Recco ci sarà la cultura e la promozione dello sport, non solo pallanuoto; Abbiamo preso contatto con alcuni scienziati ( almeno otto, già individuati,) per studiare lo sport attraverso le nuove tecniche, dalla corretta alimentazione,alla metodologia per la prevenzione e la cura degli infortuni. Non escludo la possibilità di ricerca vera e propria, approfittando della vicinanza del più' importante centro per la ricerca d'Europa, l'Istituto Italiano per la Tecnologia, che effettua questi studi già direttamente con le macchine".

Conclude Milanovic, parlando della squadra: "La squadra è già formata al 100%, non abbiamo bisogno di altri. Ho solo un dubbio sulla scelta dei giocatori stranieri di Coppa, attualmente ho ancora il dubbio fra Prlainovic e un mancino, ma risolveremo fra poco. Sono i giocatori più forti in circolazione, prometto che giocheremo una bella e grande pallanuoto, sono convinto che riusciremo a vincere campionato, Coppa Italia e Champions League.”

Mino Marsili ufficializza i movimenti della Pro Recco:
“Sono arrivati Filipovic, che si sente a casa propria a Recco, Prlainovic, Pjetlovic, abbiamo accordi per Mandic,ma per ora è prematuro parlarne, abbiamo purtroppo perso Deni Fiorentini, mentre abbiamo rinunciato a Mladjan Janovic per il quale ci sono offerte, ma non so dirvi di più. Potrebbe andare al Primorje con cui abbiamo contatti...”