Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Il guerriero Dobud non sta nella pelle: “A Recco per tornare grande”

Una vittoria chiude la tre giorni con i russi
13 Settembre 2018
L’Ussi Sardegna premia il nostro club
15 Settembre 2018
NEWS - ARTICOLI

Il Comunicato

La Pro Recco Waterpolo 1913 è lieta di annunciare l'ingaggio di Nikša Dobud.

Il centroboa croato, nato a Dubrovnik il 5 agosto 1985, ritrova mister Rudic in panchina: insieme hanno vinto l'Olimpiade di Londra 2012, gli Europei di Zagabria nel 2010 e la World League di Almaty nel 2012. In carriera ha sempre indossato la calottina dello Jug, squadra di cui è stato capitano e con cui ha alzato una Champions League nel 2006. Il neo acquisto potrà giocare in partite ufficiali dal 12 aprile 2019, ovvero quando terminerà la squalifica di 4 anni comminata per aver saltato un controllo antidoping domiciliare: un'arma in più per la truppa biancoceleste nel momento clou della stagione.

"Far parte della Pro Recco è un'opportunità fantastica, una delle cose più belle che mi siano capitate negli ultimi tre anni - afferma Dobud - stiamo parlando di un Club eccezionale per successi sportivi e organizzazione, probabilmente il migliore al mondo. Ringrazio il Presidente Maurizio Felugo per questa possibilità, ma anche Vujasinovic prima e Rudic poi per aver avallato l'operazione. Con Ratko ci conosciamo bene dai tempi della Nazionale, lo ritroverò a Recco e sono sicuro che farà grandi cose anche qui".
Motivazioni a mille e voglia di riprendersi la scena internazionale, il croato si unirà ai compagni da febbraio: "È stato molto difficile vedere la Nazionale e il club scendere in acqua senza di me, ma ho continuato a sentirmi uno sportivo: in palestra, in piscina, giocando a basket. Mi sono sempre allenato, adesso ho sei mesi davanti a me per lavorare duro e prepararmi mentalmente e fisicamente al livello massimo. Non sarà facile ritrovare la forma, ma è il mio obiettivo: ce la metterò tutta per centrarlo e aiutare così la Pro Recco a raggiungere i suoi traguardi. Preferisco non dire di più, voglio far parlare il campo".

"Dobud non ha bisogno di presentazioni, è un giocatore straordinario che ha attraversato un periodo buio ma nel quale confidiamo molto - aggiunge il Presidente Maurizio Felugo -. Siamo fiduciosi di rivederlo in acqua così come lo avevamo lasciato: uno dei più forti centroboa al mondo, ruolo che negli ultimi anni ci ha visto un po' scoperti a causa di un gioco sempre più fisico e del numero elevato di partite. Lo aspettiamo senza mettergli pressione".

A Nikša il caloroso benvenuto di tutta la Società biancoceleste!