Felugo esulta: “L’intesa con Sky Sport premia il nostro lavoro”

Champions League Final 8, ecco arbitri e delegati
13 maggio 2018
Final 8, la Pro Recco fa il pieno di energia con Iren
15 maggio 2018
NEWS - ARTICOLI

Sei partite in diretta esclusiva

Milano, 14 maggio 2018. A seguito dell’accordo tra Sky e Pro Recco, dal 7 al 9 giugno 2018 solo su Sky Sport 2 sarà possibile assistere in diretta esclusiva alla fase finale della Final8 di LEN Champions League maschile.
Sarà la Sciorba, storica piscina di Genova, a ospitare la prima Final8 nella storia della massima competizione europea di pallanuoto per club.
Tra le otto finaliste anche due italiane: oltre alla stessa Pro Recco, squadra che ha conquistato il prestigioso trofeo già otto volte nella sua storia, anche l’AN Brescia.
E proprio Pro Recco e Brescia saranno protagoniste di un quarto di finale tutto italiano in programma il 7 giugno alle ore 20.30, live su Sky Sport 2.
Sky trasmetterà in diretta sei partite: giovedì 7 giugno, due quarti di finale (compreso Pro Recco-AN Brescia); venerdì 8 giugno, le due semifinali che designeranno le due finaliste; sabato 9 giugno, la finale per il 3°/4° posto e quella valida per il titolo.
Il presidente della Pro Recco, Maurizio Felugo, è stato ospite questo pomeriggio di Sky Sport 24 e commenta con soddisfazione l'intesa: "Desidero ringraziare prima di tutto il direttore di Sky Sport, Federico Ferri, che da subito ha fatto in modo che questo sogno, il sogno di tutti i pallanuotisti, potesse realizzarsi. Abbiamo siglato un accordo storico per il nostro sport: la pallanuoto di club per la prima volta andrà su Sky Sport, come Nba, serie A di calcio, Premier League, Moto Gp e Formula 1. La Pro Recco dimostra che quando le cose si fanno con creatività, professionalità e passione, nessuna vetrina è preclusa. Raccogliamo ciò che abbiamo seminato negli ultimi due anni: marketing, comunicazione, merchandising, organizzazione della partita come un evento in grado di impressionare e coinvolgere. Spostarsi a Genova è stata una scelta coraggiosa con una logica ben chiara: allargare il nostro bacino, andare incontro ai tifosi, non rinchiudersi in infruttuose strategie autoreferenziali. Una sfida impegnativa che abbiamo vinto tutti insieme; non è stato facile, lo so, ma come in tutte le cose bisogna crederci, impegnarsi, lavorare per risolvere i problemi senza trovare alibi, l'abito preferito dai perdenti. La Pro Recco dimostra ancora una volta di essere una risorsa per la pallanuoto perché ama la pallanuoto. Mi auguro che anche le altre società aprano la porta ad una stagione nuova prendendo decisioni che aumentino lo spettacolo. Penso, per esempio, alla formula per assegnare lo Scudetto: voliamo alto se insieme vogliamo costruire qualcosa di grande.
Non basta questo, ne sono consapevole: a 34 anni sono diventato Presidente del Club più titolato al mondo e di fronte a dinamiche per me nuove, e certamente complesse, ho scelto uno staff di ragazzi motivati e competenti per quei settori in cui la pallanuoto è oggi indietro anni luce rispetto agli altri sport. Un modello che si può replicare e da cui è indispensabile partire per riorganizzare il sistema. La passione che vedo negli occhi dei nostri bambini dell'Academy di tutta Italia al fianco dei loro idoli, o i messaggi di affetto che riceviamo da chi, in ogni parte del mondo compra l'ultimo costume sullo store online, sono il risultato più gratificante, la Coppa più splendente.
Al di là di quello che sarà il risultato finale, mi auguro ovviamente il migliore possibile per la Pro Recco, spero che in tantissimi si colleghino su Sky Sport dal 7 al 9 giugno per far vedere che siamo tanti, che la pallanuoto merita una vetrina così prestigiosa, perché il nostro sport sa entusiasmare e far emozionare come pochi al mondo. Una chance così non ricapiterà, afferriamola e giochiamo uniti la partita più importante: in palio c'è il nostro futuro".