Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

Coppa Italia, en plein biancoceleste: Ortigia sconfitto 7-10

Coppa Italia, biancocelesti perfetti: 22-1 alla Roma
25 Settembre 2020
Costumi e calottine: sullo store è in vendita la nuova collezione!
30 Settembre 2020
NEWS - ARTICOLI

La partita

La Pro Recco centra la terza vittoria in altrettante partite nel girone E di Coppa Italia e stacca il biglietto per la Final Four in programma il 29 e 30 gennaio: a Savona i biancocelesti sconfiggono l’Ortigia per 7-10.
Hernandez ripropone l’assetto da campionato, senza centroboa di ruolo e con Negri tra i pali. Proprio la difesa è il pilastro su cui poggia il primo tempo dei biancocelesti, chiuso sullo 0-2 con il gol di Younger, bravo a ribattere in rete il rigore conquistato da Velotto e parato da Tempesti, e il tiro da posizione centrale scagliato da Di Fulvio in situazione di superiorità.
L’Ortigia accorcia nel secondo tempo con la palombella di Gallo, dall’altra parte è il mancino di Echenique a far male ai siciliani, scoperti sul fianco sinistro nella ripartenza fulminea del numero 8. La squadra di Piccardo si riporta sul meno uno con un gol in superiorità, mentre la Pro Recco sbatte su Tempesti e i legni: ci vuole un super Negri, decisivo in due occasioni, per andare al cambio campo sul 2-3.
Nel terzo tempo Hernandez lancia Bijac in porta e la Pro Recco scappa sul +4 con la rete da centroboa di Nicholas Presciutti, il diagonale chirurgico di Echenique in superiorità e il rigore di Ivovic. La doppietta di Mandic consente ai biancocelesti di andare sul 3-8, vantaggio che si assottiglia poco prima del suono della terza sirena in virtù del gol di Rossi.
Ultimo tempo con qualche apprensione di troppo, perché l’Ortigia rimonta fino al 7-9 e a 100 secondi dalla fine avrebbe anche la possibilità di andare sul meno uno se Gallo non tirasse alto il rigore. Non sbaglia, invece, Mandic che mette il sigillo sulla partita con un bolide che passa sopra la testa di Tempesti, il suo terzo gol personale.

Per il tabellino clicca QUI