Champions, tre punti con la Steaua e vetta solitaria

Academy, che divertimento al concentramento Habawaba!
29 novembre 2017
Vujasinovic: “Soddisfatto della prova, molto bene per tre tempi”
29 novembre 2017
NEWS - ARTICOLI

A Genova finisce 15-6

Tre punti, primo posto solitario e grande cornice di pubblico alle Piscine di Albaro: sono queste le istantanee che arrivano da Genova dove la Pro Recco sconfigge la Steaua Bucarest per 15-6 nella terza giornata di Champions League.
Nello storico impianto del capoluogo Vujasinovic ritrova Tempesti, in panchina per tutto il match, ma perde Aicardi nella rifinitura. La Pro Recco non fatica contro i rumeni davanti al Governatore della Regione Toti e ai suoi assessori Cavo e Scajola. Grande approccio al match con tre gol nei primi due minuti - Bodegas e doppio Ivovic – seguiti da Mandic e ancora Bodegas, bravi a capitalizzare le prime due superiorità: alla sirena i biancocelesti conducono per 5-0.
Botta e risposta tra Filipovic e Buljubasic in apertura della seconda frazione, poi Alesiani porta la Pro sul +6. La Steaua ha un sussulto con un break di 3-0 che riapre la gara; ci pensa Molina, a venti secondi dalla sirena, a chiudere sull’8-4 il secondo tempo.
Al cambio campo la Pro Recco torna cannibale e assesta un parziale di 5-1 che toglie ogni speranza ai rumeni: tre reti nella prima metà di tempo, Filipovic, Molina e Di Fulvio, valgono l’11-4. Al gol del montenegrino Murisic, rispondono la prima di Echenique e la terza marcatura di uno scatenato Ivovic, entrambi con l’uomo in più.
Gli ultimi 8 minuti sono una pura formalità. Le reti di Chioveanu e Ivovic, su rigore, mantengono immutate le distanze. Molina sigla il suo tris a settanta secondi dalla sirena, in situazione di superiorità, e fa calare il sipario: alle Piscine di Albaro è 15-6.

Per il tabellino clicca QUI