Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

C’è Prian per la porta: “Un premio ai sacrifici, dimostrerò di poterci stare”

Settore giovanile, l’Under 15 tra le otto migliori d’Italia
2 Luglio 2019
Di Somma atto II: “A Recco per affermarmi e imparare dai migliori”
8 Luglio 2019
NEWS - ARTICOLI

L'acquisto

Edoardo Prian è un nuovo giocatore della Pro Recco. Nato a Genova il 16 luglio 1988, arriva dal Bogliasco squadra in cui ha militato nelle ultime cinque stagioni. Cresciuto nella Sportiva Sturla, in carriera ha indossato anche le calottine di Nervi, Brescia, Cagliari e Sport Management. Laureato in Architettura, design industriale, Prian è un altro acquisto a chilometro zero per il club presieduto da Maurizio Felugo: andrà a completare la batteria di portieri con Marko Bijac, titolare della Croazia, e Francesco Massaro, rapallese classe 1998 attualmente impegnato con la Nazionale alle Universiadi di Napoli. Azzurro che Prian ha già assaggiato nel 2016, anno dell'esordio con il Settebello in World League contro la Russia.
"Sono contento, vivo questa chiamata come un premio per tutti i sacrifici che ho fatto per la pallanuoto, nessun giocatore potrebbe chiedere di meglio: essere allenato dal migliore al mondo e scendere in acqua con i più forti - dichiara l'estremo difensore biancoceleste -. Sono reduce da una stagione non felice e questa è una opportunità fantastica per riprendere fiducia, rialzare la testa e tornare ai livelli di qualche anno fa che mi portarono in Nazionale. L'obiettivo, intanto, sarà dimostrare di poter essere all'altezza di questa rosa, non vengo come 'aggregato' ma per far vedere che ci posso stare. Spero di poter trovare qualche spazio per giocare e, perché no, fare l'esordio in Champions League, un ulteriore stimolo per la stagione a Recco".
Il punto più alto della carriera, a pochi giorni dal compleanno numero 31, e tanta grinta da riversare in vasca. Proprio come il suo portiere preferito: "Mi piace molto Nagy, la sua personalità, i suoi atteggiamenti che provano a mettere in difficoltà l'avversario anche psicologicamente. È bello osservarlo, così come apprezzo Lopez Pinedo: adesso, con le nuove regole, ho visto che ha cominciato pure a segnare. Ecco, io in estate gioco sempre in attacco: se il mister mi chiederà di portarmi in avanti...sono pronto".
A Edoardo il benvenuto del presidente Maurizio Felugo e di tutto il club biancoceleste.