Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

A1, biancocelesti corsari a Busto

A1, ostacolo Sport Management sulla strada biancoceleste
15 Febbraio 2019
Settore giovanile, i risultati del week end
18 Febbraio 2019
NEWS - ARTICOLI

Vittoria per 8-12

La Pro Recco fa suo il big match della 18esima giornata di campionato: a Busto Arsizio i campioni d’Italia battono la Sport Management per 8-12.
Partita a scacchi tra Baldineti e Rudic, costretto a rinunciare ad Aicardi influenzato, e primi otto minuti che i biancocelesti affrontano con il consueto pressing a soffocare le fonti di gioco dei padroni di casa. La Pro Recco chiude ogni varco e passa due volte con i bolidi di Filipovic, dopo 150 secondi, e Ivovic, bravo a battezzare l’angolino alla destra di Lazovic a due minuti dalla sirena.
La Sport Management parte forte nel secondo quarto, sbaglia un rigore con Luongo e accorcia le distanze con l’entrata di Fondelli in superiorità. La sassata di Ivovic, con l’uomo in più dalla linea dei 5 metri, riporta i campioni d’Italia sul +2, ma i “mastini” pareggiano i conti in appena 30 secondi con il rigore trasformato da Drasovic e il tiro di Mirarchi bravo a sfruttare una ripartenza di Fondelli. La Pro Recco non ci sta e rimette la testa fuori dall’acqua grazie al suo capitano, Ivovic: in 70 secondi il numero 11 batte due volte Lazovic da posizione centrale, bucandolo sempre alla sua sinistra, poi serve Bodegas per il 3-6 che conduce le squadre al cambio campo.
I biancocelesti allungano in avvio di terzo tempo con Velotto che tutto solo batte il neo entrato Nicosia. Fondelli, in superiorità, prova a scuotere i suoi, ma anche la Pro Recco ha la mano calda con l’uomo in più e così Di Fulvio ed Echenique marcano l’ottavo e il nono gol biancoceleste. L’alzo e tiro vincente di Luongo viene annullato ancora da una rete in superiorità: la sigla Filipovic e significa il 5-10 con cui si chiude il terzo quarto.
La Sport Management prova a riaprire il match e nella prima metà del quarto tempo va a segno tre volte con Fondelli, Dolce e Luongo. La Pro Recco non perde la calma e torna a distanza di sicurezza con la doppia rete in superiorità di Filipovic e Di Fulvio: finisce 8-12, la squadra di Rudic mantiene la vetta della classifica in coabitazione con il Brescia.

Per il tabellino clicca QUI