Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED https://farmacia-senzaricetta.it/ non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.

A lezione di educazione alimentare dagli esperti di Villa Montallegro

Cap Challenge: chi gioca con Renzuto?
18 Gennaio 2019
A1, gara testa-coda con il Bogliasco
18 Gennaio 2019
NEWS - ARTICOLI

Mister Rudic porta la squadra a lezione: sui banchi, però, non si è parlato di tattica ma di educazione alimentare. Proprio così perché Ivovic e compagni hanno fatto visita alla Casa di Cura Villa Montallegro. Nella struttura genovese è andata in scena la seconda tappa di un percorso iniziato a settembre: «L'incontro nasce da una precisa volontà di Rudic che a inizio stagione ci chiese di fare una lezione di educazione alimentare agli atleti - spiega il dottor Luca Spigno, responsabile del progetto #piùgustoperlavita -. Insieme alla mia collaboratrice Giulia Lungonelli abbiamo applicato il nostro metodo di lavoro ‘dimmi come mangi e ti dirò come devi mangiare’. Nel corso dei mesi di ottobre e novembre, Giulia è andata a Recco per intervistare uno ad uno i giocatori applicando un test basato su una serie di domande standard preparate insieme».
La raccolta dei dati ha evidenziato alcune interessanti differenze rispetto al passato. Facendo un raffronto con la Pro Recco della stagione 2007/2008, per esempio, emerge che i giocatori di Rudic si allenano 10 ore in più a settimana (30 contro 20), assumono quotidianamente meno calorie (3022 contro 3900) e hanno un peso medio più alto (100 chilogrammi contro 96).
L'analisi nutrizionale svolta dagli esperti di Villa Montallegro ha fornito altri importanti spunti. In relazione all'intenso sforzo fisico cui sono sottoposti, infatti, i giocatori dovrebbero: mangiare il 20 per cento in più; consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno; ridurre i tempi tra l'allenamento e il pasto successivo assumendo carboidrati entro 30-45 minuti dal termine della seduta.
Il prossimo appuntamento? Il test dell'impedenziometria, per verificare i progressi dalla teoria alla pratica. In vista degli appuntamenti che contano, la Pro Recco si prepara anche a tavola.